Ruppenstein (2501m)+Quota 2750m-Valle Anzasca

Lasciamo auto al grande posteggio nei pressi del cimitero dove parte il sentiero ben segnalato. Saliamo su bella mulattiera fino all’ arrivo funivia del Bill. Proseguiamo sul sentiero che porta al Moro ma che abbandoniamo alla quota 2150 m circa per salire a vista verso Ruppenstein che è alla nostra destra. Salita su pietraia e poi su erba fino ai piedi della vetta mantenendo la destra. Giunti alla fine della roccia la aggiriamo per prendere una ripida traccia di animali che ci fa superare i paravalanghe e quindi giungere alla vetta. La superiamo per vedere se c’è la possibilità più in alto di scendere sul versante della pista da sci “Meccia” avendo visto sulla cartina un terrazzamento con possibilità di discesa ma giunti a quota 2750 ci troviamo un bel dirupo impercorribile. Ritorniamo sui nostri passi e ci fermiamo poco sotto per pausa pranzo. Ritorniamo in zona Ruppenstein e invece di passare sopra i paravalanghe scendiamo all’ inizio degli stessi per raggiungere la pista “Meccia”. Scendiamo a vista tra rododendri, arbusti, erba e rocce che ci stancano non poco per cui con un traverso ritorniamo al sentiero di salita. Raggiungiamo la funivia e per la mulattiera rientriamo al posteggio. Bella giornata in simpatica compagnia!

Amici della Montagna: Avio-Carlo-Cinzia-Donato-Flavio-Mariangela-Massimo-Vilma

Scarica
Traccia GPS – Statistiche Orux Maps

11,775 Visite totali, 44 visite odierne

3 commenti:

  1. eugenio castiglioni

    Che gitona…..oggi la meteo vi è stata amica,il panorama ha potuto essere gustato…..le foto sono eloquenti, ad iniziare dall’aereo sopra la Margherita. Anche l’itinerario mi è sembrato intrigante….per niente banale!!!
    Complimenti a tutta la Gang.
    buona continuazione
    da
    Eugenio

    • Grazie Eugenio…gita per la maggior parte selvaggia, senza sentieri, a vista come si suol dire. Gita copiata da Fabioadx su hikr ma lui si è fermato più basso. Ogni tanto una gita un pò inventata non guasta anche se diventa più lunga e faticosa…ma come mi insegni tu, “è tutto allenamento”!
      Ciao stammi bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *